Ristoro imbullonati, ai Comuni toscani 2,8 milioni di euro - ANCI Toscana

15 Feb

Ristoro imbullonati, ai Comuni toscani 2,8 milioni di euro

Completata l'erogazione del contributo a copertura della perdita di gettito Imu e Tasi

E’ di 2 milioni e 800mila euro la cifra assegnata ai Comuni Toscani con il completamento dell'erogazione del contributo a copertura della perdita di gettito Imu e Tasi, conseguente alla rideterminazione delle rendite catastali dei cosiddetti imbullonati. Il quadro delle risorse alla Toscana, Comune per Comune, è scaricabile qui (elaborazione Anci Toscana).

La notizia è stata data da un comunicato del ministero dell'Interno; i dati sono allegati al decreto del ministero dell'Economia del 29 dicembre scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2017.

Si ricorda che la legge di stabilità ha previsto che a decorrere dal 1° gennaio 2016, la determinazione della rendita catastale degli immobili censibili nelle categorie catastali dei gruppi D ed E, è effettuata, tramite stima diretta, tenendo conto del suolo e delle costruzioni, nonché degli elementi ad essi strutturalmente connessi che ne accrescono la qualità e l'utilità. Sono esclusi dalla stima diretta i macchinari, congegni, attrezzature e altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo. La normativa prevedeva poi che se il Documento catasto fabbricati (Docfa) è presentato entro il 15 giugno 2016, il contribuente poteva considerare tale rendita retroattivamente dal 1° gennaio, per pagare l'Imu e la Tasi dovuta per l'intero anno. Per i Docfa presentati dal 16 giugno in avanti, invece, la rendita esplica i suoi effetti a decorrere dal 1° gennaio 2017.

La normativa ha previsto uno stanziamento di 155 milioni annui, sia per il 2016 che per gli anni successivi. Per il 2016 lo stanziamento è capiente, perché, come spiegato nella nota metodologia allegata al comunicato, si sono registrate complessivamente 29.237 variazioni (alcune multiple con riferimento allo stesso immobili) che hanno dato luogo a una perdita di gettito complessiva pari a 127.270.436,44 euro. 
Per il 2017 il contributo dovrà però tener conto anche dei Docfa presentatati dal 16 giugno al 31 dicembre, e quindi non si è certi che l'importo di 155 milioni sarà sufficiente.
Va, infine, precisato che nella determinazione degli importi spettanti per ciascun Comune si sono considerate le aliquote rilevate da Ifel, tenendo conto anche dei casi in cui il Comune ha ritenuto di differenziare le aliquote per diverse tipologie di fabbricati del gruppo catastale D.

 

(da Quotidiano Enti locali)

Contatti

    • TEL +39 055 2477490
    • FAX +39 055 2260538
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Mappa del sito
    • Viale Giovine Italia 17 50122 FI
    • Sede legale/operativa Viale Giovine Italia 17
    • Sede operativa Via Giovanni Pascoli 8 - Pisa